Il grano

Utilizziamo solamente semola di Grano Duro antico di alta qualità Senatore Cappelli non trattato e coltivato nei nostri campi di Albettone, alla base dei Colli Berici in Veneto.

Non siamo certo noi a scoprire le qualità di questo grano, ma lo abbiamo scelto come il principale protagonista della nostra storia del gusto. Questo grano antico, fu "inventato" ad inizio Novecento dal geniale agronomo Nazareno Strampelli, incrociando alcune varietà di grano per ottenere un ibrido con qualità migliori.  Selezionato prima che venissero introdotte le colture intensive degli anni 60, il grano Senatore Cappelli è a tutti gli effetti un grano antico, e conserva in sè tutte quelle caratteristiche che lo contraddistinguono dai grani moderni. La richiesta sempre maggiore di pasta da parte del mercato ha portato a privilegiare dei grani diversi, la cui farina raffinata è sicuramente di più facile lavorazione, ma è carente a livello nutrizionale. Data la sua morfologia a spiga alta, il grano Senatore Cappelli non ama essere concimato troppo, infatti una cultura intensiva con concimi chimici e pesticidi, produce l’effetto contrario a quello atteso: crescerebbe troppo e si spezzerebbe. Tutte queste caratteristiche portano il nostro protagonista del gusto ad avere proprietà e valori nutrizionali migliori rispetto  ai grani comunemente usati. Maggiori quantità di flavonoidi e di antiossidanti, e una presenza maggiore di fibre, conferiscono inoltre al nostro grano  una digeribilità migliore, influendo in modo positivo sulla colesterolemia, sullo stato infiammatorio e sulla funzionalità intestinale. Il suo sapore intenso e aromatico assomiglia molto al profumo del pane cotto a legna, quando si cala la pasta nell’acqua bollente, quest'ultima si sporca immediatamente di amido e il suo sapore invade le narici. Esso rappresenta al 100% l’eccellenza del prodotto italiano ed è per questa ragione che lo abbiamo scelto e coltivato direttamente  nei nostri campi senza alcun tipo di trattamento.